Feltrinelli

Genitori alla pari. Tempo, lavoro, libertà

Da pochi giorni è uscito in libreria il mio libro con Alessandra Minello edito da Feltrinelli “Genitori alla pari. Tempo, lavoro, libertà”.

Ogni anno una madre lavoratrice, rispetto a un padre lavoratore, passa due mesi in più a prendersi cura della famiglia, mentre lui legge, studia, va in palestra, prende una birra con gli amici, fa gli straordinari, gioca a calcetto col capo da cui dipende la sua promozione. Uno squilibrio così sfacciato viene solitamente accettato perché la nostra cultura collettiva si basa su una semplice equazione: donna uguale cura.
Genitori alla pari ci dice perché questa equazione è sbagliata. E dimostra la necessità di politiche che parifichino il tempo di cura, esaltandone la condivisione. Le nostre proposte fanno leva su tanti strumenti – dai congedi paritari al tempo di base, dal sostegno alle imprese ai servizi integrati per la genitorialità – e si pongono un obiettivo prioritario: fare in modo che uomini e donne possano spendere lo stesso tempo nel lavoro retribuito e in quello non retribuito.

Genitori alla pari non propone solo un cambiamento politico, ma una rivoluzione del paradigma culturale con cui pensiamo e viviamo la genitorialità a livello sociale ed economico. Per far sì che, tra tempo e lavoro, trovi spazio la libertà di tutte e di tutti.

Rassegna stampa

 

Demografia e sviluppo, non è questione (solo) di più figli: serve innovazione oltre a un welfare al passo coi tempi – Ferruccio De Bortoli

Parità genitoriale: così potremmo raggiungerla – Alessia Arcolaci

Più di 600 euro al mese: essere madre in Italia ha un costo insostenibile e il Paese non se lo può più permettere – Raffaele Ricciardi

Un libro, mille emozioni. La Toscana conquista il Salone di Torino – Maurizio Costanzo

Impari Opportunità, Quante Storie – Giorgio Zanchini

Genitori alla pari? Pedala! – Myriam Defilippi

Per la natalità serve un nuovo stato sociale – Nannicini,  Minello

Vai al contenuto